Türkei · 26. April 2018
“Turco” vuol dire “discendente, forza, forte, ordinato, evoluto, maturato”, appena passiamo la frontiera si nota una certa serietá nei controlli, tante domande, ci fanno scaricare le borse, ce le fanno aprire, ma sanno bene che non abbiamo niente da nascondere, e non hanno certo voglia di aprire ogni sacchetto, andate ci dicono, ci chiedono l'itinerario, e appena nominiamo l'Iran ci dicono no good, Turchia good , Iran no! Il sole batte forte, per la prima volta fa troppo caldo, la...

Europa · 21. April 2018
La frontiera greca ci ridona il sorriso, ci fanno alcune domande sul nostro viaggio e io ne faccio una a loro: come sono i cani grechi? Non sono pericolosi mi dicono ma state attenti, se vedete greggi di pecore da lontano, rallentate, perché sicuramente ci sono cani, e cosi sará, La prima impressione della Grecia é bella, tiriamo un sospiro di sollievo e per prepararci alla nuova avventura ci muniamo prima di tutto di 2 bastoni, non si sa mai, ma non li useremo mai, perché la strategia che...

Europa · 21. April 2018
L' Albania e la Macedonia sono per noi solo paesi di transito e cerchiamo di pedalarli il piú velocemente possibile, 2 paesi con contrasti molto rilevanti, cittá dove solo la via del centro é satura di caffé, ristoranti e gente che si mette in mostra, o periferie dove la vita é ferma, dove sembra che tutti aspettino una vita migliore ma senza intraprendere niente per far sí che succeda! La prima meta in Albania é Scutari, che si trova a metà strada tra le spiagge del mar Adriatico e le...

Europa · 24. März 2018
Il nome Montenegro, che nel XV secolo sostituì i più antichi nomi del paese (Duklja e Zeta), descrive il carattere montuoso del paese. La gran parte della superficie (13.812 kmq) del Montenegro, situato sulla costa dell’Adriatico orientale, confinante con l’Albania, il Kosovo, la Serbia, la Bosnia e la Croazia è composto dalle montagne che fanno parte delle Alpi Dinariche che attraversano la penisola balcanica. Di nuovo tanta emozione quando passiamo la frontiera, registrano il...

Europa · 11. März 2018
Dobar dan (buongiorno), dopo un lungo e freddo tragitto lungo il quale cerchiamo di abituarci a un nuovo stato arriviamo finalmente a Rijeka, una cittá portuale a nord dell'Adriatico, cerchiamo subito un Mac Donald's e ci rinchiudiamo a bere un cappuccino in tazza grande con tanto zucchero per assemblare mente e corpo che il freddo ha reso inutilizzabili. le biciclette sono parcheggiate davanti a noi e tutti le guardano incuriositi, un signore ci dice che la Bora é fortissima e nei prossimi...

Europa · 11. März 2018
A Kozina cerchiamo subito un posto caldo per bere un cappuccino e analizziamo la situazione: il vento diventa sempre piú forte, e controllare la bicicletta é impossibile, sono solo le 14.00 e volevamo raggiungere la Croazia oggi, non é che abbiamo fretta ma smettere di pedalare cosí presto nel pomeriggio ci annoia un po', il freddo diventa talmente pungente che non riusciamo quasi a respirare, cerchiamo in internet un posto per dormire ma essendo bassa stagione tutti gli affittacamere...

Europa · 23. Februar 2018
Il nostro pellegrinaggio continua....... Cari amici vi scrivo Così mi distraggo un po' E siccome siete molto lontani Più forte vi scriverò (Lucio Dalla)

Europa · 18. Februar 2018
Finalmente si parte, ormai giá da diversi giorni abbiamo dormito con materassino e sacco a pelo, abbiamo cucinato nei nostri pentolini da campeggio e mangiato per terra. Abbiamo venduto tutto e quello che ci é rimasto rimarrà chiuso in scatole di banane per un periodo indeterminato. Andiamo a salutare il lago e poi via, un bacetto e mettiamo i piedi nei pedali, una sensazione strana ci assale e non ci parliamo molto, siamo troppo immersi in noi stessi ed essere liberi mette a disposizione...

Südostasien · 19. April 2015
Gardens by the Bay

Südostasien · 27. Januar 2015
Ciao a tutti, la tristezza che ci assale gli ultimi km. su strada cambogiana scompare subito appena vediamo in lontananza un'altra frontiera, una felicità immensa ci invade, e di nuovo io alzo le braccia in segno di vittoria. La frontiera é deserta, e vogliono sapere tutto su di noi, ci chiedono perfino se facciamo parte di quei ciclisti che fanno il giro di Francia. Poi iniziamo un bel tratto di strada asfaltata, una quiete che fa quasi paura, qua e lá qualche casa, tutte chiuse, quasi in...

Mehr anzeigen